CON STILE VIVI MILANO

Posted gennaio 31st, 2013 in Senza categoria by franco

Legambiente ha promosso un’iniziativa cui tutti i soci milanesi di Mille Città del Sole dovrebbero aderire  partecipando attivamente:

Scegliete le azioni a partecipate!

Domenica 17 marzo tutti in sella ed a spasso per Milano.

CENSIMENTO AMIANTO IN LOMBARDIA

Posted gennaio 26th, 2013 in Senza categoria by franco

Entro gennaio, chi possiede immobili o altri beni contenenti amianto deve denunciarli all’ASL:

la legge regionale n.14 del 31/07/2012 ha apportato modifiche e integrazioni alla già esistente Legge Regionale n. 17 del 2003 in merito alle “norme per il risanamento dell’ambiente, bonifica e smaltimento dell’amianto”. L’integrazione più rilevante è data dal rilancio del “censimento amianto”, ovvero l’obbligo da parte di proprietari di impianti, edifici, siti e mezzi di trasporto con presenza di amianto o di materiali contenenti amianto di informare la propria ASL di competenza, tramite la compilazione di un modulo. La mancata comunicazione all’ASL espone il proprietario al pagamento di una sanzione amministrativa che va dai 100,00 € ai 1.500,00 €.

Le sanzioni saranno operative dai primi di febbraio.

Chi avesse manufatti contenenti amianto, pertanto, deve mandare la comunicazione alla propria ASL di competenza entro il 31/01/2013. Siamo a disposizione dei soci per supporto allo svolgimento delle pratiche previste (chiamate, lasciate un messaggio al 02-40047477, per inviare mail usare l’appposito link nell’ultima riga della pagina).

Qui potete scaricare il modulo

Pubblicati i decreti di fine anno

Posted gennaio 7th, 2013 in Senza categoria by franco

In ritardo come al solito sono stati pubblicati diversi decreti di fine anno.

In particolare, degni di attenzione, anche se certamente non particolarmente innovativi:

  • Conto energia “termico”
  • Proroga obblighi acquisizione Titoli di Efficienza Energetica (TEE) per i distributori di energia.

Il conto energia termico è, al vero, una novità, ma la limitatezza delle risorse, il click day previsto a febbraio, la farraginosità burocratica con mille incertezze interpretative, lasciano molto perplessi sulla sua efficacia. Chi vuole trova qui il testo completo di allegati, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2 gennaio scorso.

Per i TEE cominciavamo a temere che questo tipo di incentivazione all’efficienza energetica fosse stata abbandonata, anche qui è in corso una lettura/ricerca/analisi per capire cosa effettivamente potrà essere fatto in base alla nuova normativa, che coinvolge, oltre all’Enea, il GSE, … staremo a vedere. Per chi vuole partecipare agli studi ecco qui il testo del decreto pubblicato in G.U. assieme al precedente e completo degli allegati (18,5 Mb i tutto!).

Comunque: Buon 2013 a tutti!

La rivoluzione energetica è ormai inarrestabile

Posted giugno 13th, 2012 in Senza categoria by franco

Pochi l’avrebbero detto 5 anni fa e quasi nessuno nel festeggiare l’inizio del XXI secolo.

Oggi invece possiamo (finalmente) festeggiare una constatazione positiva: l’energia ha voltato pagina!

Oggi Repubblica pubblica un articolo provocante, che non sto qui a riportare, potete leggerlo a questo link.

Riassumendo la situazione attuale: la domanda di energia elettrica in Italia varia, in base alle ore del giorno ed alla stagione, fra 20 e 60 GW.

Le rinnovabili (idro 16, fotovoltaico 14, eolico 8, biomasse 2) sono in grado di produrre fino a 40 GW.

Le fonti fossili dispongono di centrali con una capacità intorno a 70 GW.

Il fotovoltaico, può tranquillamente arrivare a 20 GW ed essere in grado di  coprire la differenza di consumi fra giorno e notte (almeno per l’80% delle ore).

L’eolico, nei campi più ventosi, è la fonte più economica in assoluto (anche del teorico nucleare).

Le biomasse sono (già oggi) convenienti se la biomassa è di produzione locale e, ancor più in caso di autoconsumo.

In questo caso (autoconsumo), ai prezzi di oggi, il fotovoltaico è ormai conveniente anche senza incentivi.

Oggi la fonte fossile è indispensabile per assicurare la parità dell’offerta con la domanda (quando il cielo è coperto e non soffia vento restiamo a secco di oltre il 50% delle fonti rinnovabili, senza parlare della siccità).

Abbiamo però. già oggi. periodi in cui la produzione da fonti rinnovabili supera la domanda. In questi periodi il prezzo dell’energia elettrica si azzera! La disponibilità di energia elettrica da fonti rinnovabili ha tagliato il prezzo massimo di oltre il 20% e sta contenendo l’inarrestabile aumento del prezzo di petrolio e gas metano (se ne ricordino tutti quelli che sottolineano sempre il costo degli incentivi all’energia da fonti rinnovabili).

E’ chiaro che al nostro sistema manca una rotella: la capacità di immagazzinare energia. come Repubblica segnala, c’è chi se ne sta occupando, e non è solo con gli accumulatori elettrici che il problema potrà essere affrontato (serbatoi di calore sono allo studio di molti progetti).

Gli edifici hanno consumato oltre  il 40% dell’energia totale dello scorso decennio: nel prossimo (2020-2030) questo spreco sarà ridotto di almeno trequarti.

Parallelamente anche nei trasporti (non solo con l’auto elettrica) saremo in grado di tagliare oltre la metà del consumo di energia da fonte fossile, potremo così finalmente contenere i danni dell’energia da fonti fossili, senza ricorrere al multiproblematico nucleare (la toppa che è peggio del buco).

Ricordando che il sole fornisce almeno 10.000 volte l’energia che noi consumiamo, possiamo nuovamente sperare che le prossime generazioni abbiano almeno una possibilità di vita degna.

Non è una notizia da poco, visto quello che è successo nell’ultimo secolo. Se solo anche l’industria italiana si impegnasse in questo processo potremmo avere grandi vantaggi anche sul piano dell’occupazione e del lavoro (oggi riservati ai paesi, come Germania e Danimarca che hanno puntato sulla vera green economy). …  So che non sono mai contento, ma, capitemi, è nella natura umana.

BIOMASSE

Posted giugno 6th, 2012 in Senza categoria by franco

Un anno fa il decreto sulle rinnovabili, di cui ad oggi, mancano ancora le norme attuative.

Siamo alle solite, pare che oggi o domani esca qualcosa …

Comunque l’Energy Strategy Group del Politecnico di Milano ha pubblicato il report sulle biomasse e prossimamente (10 luglio, pare) ci fornirà anche quello sull’eolico.

Riassumendo, si può dire che, salvo in due casi, l’energia da biomasse è sempre conveniente per chi la produce per i propri fabbisogni, anche senza incentivi. I due casi esclusi sono la produzione di gas da pirolisi e la combustione di oli vegetali. In particolare la convenienza è assicurata se le biomasse sono prodotte localmente (è chiaro che se le importo da migliaia di chilometri di distanza, i costi cambiano, per non parlare dell’impatto globale del processo).

imgres.jpg

Tutto ciò vale sia per la produzione di energia termica, sia per l’energia elettrica.

Per l’energia elettrica le combinazioni possibili sono numerose: scambio sul posto, ritiro dedicato, tariffa onnicomprensiva, occorre scegliere caso per caso.

Che dire?

Posted maggio 10th, 2012 in Senza categoria by franco

Sono quasi due mesi che non aggiorniamo le nostre notizie.

Purtroppo.

Notizie ce ne sarebbero, … forse, ma non ci paiono degne:

– per la maggior parte dei casi si tratta di annunci e rinvii, ossia di non notizie:

  • non è uscito l’annunciato regolamento, decreto o direttiva
  • presto ci sarà il 5° conto energia (ne abbiamo letto almeno tre versioni ampiamente contrastanti)
  • … e via spiegando che la notizia ancora non c’è, ma presto, forse, ci sarà.

– in altri casi sono notizie terribili, di crisi, suicidi, disoccupazione,
notizie importanti, ma non sono il tipo di notizie che, se le ignorate, perdete qualcosa come il fatto che l’Expo 2015 sta spirando in una  fiera di paese.

Certo si potrebbe indignarsi nell’apprendere questi disastri, ma, credo, ormai più indignati di così …

Restiamo contrari alla violenza, meglio aspettare, preferiamo temporeggiare e non tediarvi con inutilità e tristezze.

Non vogliatecene. Siamo naturalmente ottimisti, pensiamo che il regime instaurato dal capitalismo della finanza finirà per implodere come fece il socialismo reale nel 1989. Ci vollero 70 anni, ma una rivoluzione non costerebbe meno lacrime e sangue … non credete?

 

SOLE A SCUOLA

Posted marzo 20th, 2012 in Senza categoria by franco

NUOVO BANDO DEL MINISTERO DELL’AMBIENTE

Pannelli fotovoltaici sui tetti delle scuole.

E’ uscito un nuovo bando.

Chi è interessato si faccia vivo che ci guardiamo assieme.

mailto: scrivi@millecittadelsole.it 

 

AGGIORNAMENTO LINEE GUIDA 55% dell’AGENZIA ENTRATE

Posted marzo 7th, 2012 in Senza categoria by franco

E’ uscito l’aggiornamento della guida al 55% pubblicata dall’Agenzia delle Entrate.

Indispensabile per chi intende fare interventi quest’anno!

 

Al Parlamento Europeo approvano nuovi impegni nella riduzione dei consumi energetici

Posted marzo 7th, 2012 in Senza categoria by franco

Dei tre 20 (20-20-20) della politica europea, quello relativo alla riduzione dei consumi energetici non era vincolante (al contrario del 20% di energia da fonti rinnovabili e dell’aumento di efficienza del 20%).

Secondo questa delibera del Parlamento europeo diventa vincolante anche al riduzione dei consumi di energia primaria del 20%.

Per rispettare questo impegno saranno necessarie nuove iniziative in quanto al momento la riduzione è contingente (crisi economica) e comunque insufficiente.

Ne riparleremo prossimamente.

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA 9 MARZO

Posted febbraio 21st, 2012 in Senza categoria by franco